L’inganno e il suo utilizzo in campo, medico, energetico, politico e …

(La propaganda non finisce mai, chi possiede gli strumenti la adopera.)

 

L’inganno è essenzialmente smosso dall’egoismo e dalla brama di possesso che sia essa brama di denaro, di potere o del possesso fisico di un corpo. Sostanzialmente si perpetra tramite le bugie e lo si fa per un tornaconto personale che sia economico o di altro genere. Quindi, tramite le bugie, si può ingannare per possedere sessualmente un individuo, si possono ingannare gli elettori perché si vuole essere eletti per poter poi avere soldi e potere o si possono ingannare e truffare i cittadini per lo stesso fine, così come i veri truffatori ingannano il prossimo per ottenere denaro in cambio. Quindi il politico ingannatore e truffatore avrà sempre un’arma più potente di chi non è propenso all’inganno e vuole fare politica per pura “vocazione” e altruismo. Infatti, una bugia ben assistita può essere creduta da tanti, diceva Hitler: “una bugia è tanto più efficace quanto più è grande, specialmente se ripetuta spesso”. Hitler fu certamente un fine maestro dell’inganno da cui molti hanno imparato.

Gli inganni dei politici sono noti a tutti, tuttavia possono essere ripetuti nel tempo perché “il popolo è semplice ed elementare e dimentica in fretta” (Hitler). Così avviene che, spesso, le varie forze politiche si scambino il posto al potere contando sulla labile memoria del popolo. In queste casistiche non faccio differenza tra il vero truffatore dell’immaginario collettivo e il politico, l’associato a “Farmacina” (descritta nel mio libro come l’associazione tra “Big Mafia” e altri attori pubblici e privati) e i big delle sette sorelle.

Allo stesso modo l’inganno nell’ambito farmaceutico è enorme. Perché il tornaconto che ne deriva è COLOSSALE. “Farmacina” avrebbe montato un teatrino spettacolare per fare abboccare il popolo “ingenuo ed elementare” perché altrimenti non potrebbe intascare i faraonici ricavi della chemioterapia, che è il suo zoccolo duro (7.000 miliardi di dollari su 10.000 di fatturato). Poiché le informazioni che riceviamo in materia sanitaria provengono dagli associati a “Farmacina”, di cui noi ci fidiamo, le accogliamo come notizie vere e reali, mentre potrebbero essere unicamente un “business plan” sulla pelle dei malcapitati.

Anche nel campo energetico, l’inganno va avanti da decenni, se non secoli. Infatti, già il motore inventato da “Herr” Diesel era stato pensato per funzionare a oli vegetali (tuttavia, questo non è uno scandalo, perché oggi non sarebbe sostenibile, in grande scala, tale tipo di alimentazione). Inoltre, già da oltre mezzo secolo esiste la tecnologia con Gas di Brown (ossidrogeno o HHO) eppure a nessuno importa, perché non è consentito intaccare il “business” delle sette sorelle.

Tale tecnologia sarebbe facilmente implementabile addirittura su tutte le moderne e antiche autovetture (sin dagli anni ’60) consentendo risparmi di carburante dal 20% al 50% e oltre, con un abbattimento delle emissioni di oltre l’80%. Eppure, né ora, né allora viene valutato da chi dovrebbe farlo, ne tanto meno viene valutata la “Joe Cell” che rappresenta quanto di più vicino ad un’ipotetica energia sempre disponibile e gratuita per tutti. Con questo sistema si potrebbero alimentare tutti i tipi di motori e di dispositivi che producono energia. Essenzialmente anche in questo ambito l’inganno la fa da padrone. Tuttavia, bisogna dire, che le bugie propagandate dalle “sette sorelle” sono certamente innocenti rispetto a quelle pronunciate da “Farmacina”.

Per quanto menzionato in questo articolo, seguiranno post specifici.